venerdì 29 aprile 2011

ALBERI IN CHIESA PER NOZZE REGALI




Anch'io questa mattina, come chissà quante altre curiose come me, mi sono tenuta libera dalle 11 alle 13 per poter seguire in diretta il matrimonio di William e Kate.
Mi sono gustata i momenti più significativi di tutto l'evento: il tragitto in auto fino a Westminster del Principe William a fianco del fratello, l'arrivo di importanti personalità, poi finalmente la sposa (per me stupenda), tutta la cerimonia ed infine gli sposi in carrozza dall'uscita dell'Abbazia fino a Buckingham Palace.
Ma, oltre a tutto questo, non ho potuto fare a meno di prestare particolare attenzione agli addobbi floreali all'interno della chiesa ed al bouquet della sposa.


Kate Middleton ha percorso la navata centrale dell'Abbazia gotica a mano del padre, circondata da alberi alti sei metri, pezzo forte delle decorazioni floreali create per le sue nozze con William.

Precisamente erano sei aceri e due carpini (Carpinus Betulus) inseriti in grandi contenitori appositamente disegnati dal flower-designer  Shane Connolly (http://www.shaneconnolly.co.uk/ che ha curato tutto l'allestimento floreale) e realizzati dagli artigiani di Highrove.


Gli aceri, secondo il quotidiano britannico Telegraph, simbolizzano "l'umiltà e la riservatezza", mentre i carpini sono "un augurio di buona salute".


Per altre composizioni floreali, molto sobrie e poco fastose, sono stati utilizzati fiori di stagione nei toni bianco puro, avorio, con qualche sfumatura di verde acido, come: azalee, rododendri, euforbie, lillà, glicini, viburno.
Alberi e fiori rimarranno nell'Abbazia fino al 6 maggio per dar modo ai visitatori di poterli ammirare, dopodichè gli otto alberi troveranno la loro definitiva dimora nei giardini di Highrove, mentre le altre piante, per espresso desiderio degli sposi, saranno donate ad opere di carità e ripiantate.






Anche il bouquet della sposa l'ho trovato molto raffinato e di buon gusto.
Di giuste proporzioni e di dimensioni molto contenute, è stato realizzato con fiori e foglie dal significato ben preciso per la Famiglia Reale, scelti secondo il linguaggio dei fiori. 


Quindi mughetti, garofanini, giacinti, edera   per esprimere felicità, coraggio, costanza, fedeltà nell'amore ed infine il mirto come emblema del matrimonio e dell'amore.

Tra i vari commenti durante la cronaca dell'evento, ho più volte sentito dire che l'abito di Kate ricordava molto quello di Grace Kelly alle sue nozze con il Principe di Monaco, così sono andata a cercare un'immagine di allora (1956) e...giudicate un pò voi!




Credo che ci sia stata una forte influenza non solo per lo stile dell'abito ma anche per il bouquet.
D'altra parte, tra Principesse........

lunedì 25 aprile 2011

IL CASTELLO DEI TULIPANI



Qualche giorno fa ho approfittato di una bella giornata, di una tregua lavorativa e, soprattutto, di un "biglietto omaggio" gentilmente offerto da mia sorella, per andare a visitare la spettacolare esposizione di tulipani  "Messer Tulipano", presso il Castello di Pralormo, non lontano da Torino.
Abbiamo passeggiato in lungo e in largo per il meravigloso parco in mezzo a migliaia di tulipani  (per la precisione oltre 70.000) di innumerevoli sfumature di colore e di forme diverse: tulipani stellati, a fiore di giglio, pappagallo, doppi, sfrangiati e perfino profumati! Si possono ammirare anche tassi, querce, cedri e tigli secolari;  moltissime sono anche le altre specie di bulbose che si incontrano nel sottobosco del parco come iris, narcisi e muscari.
Inoltre diversi sono gli arbusti fioriti come le peonie, le spiree, i viburni.



Il Castello, attualmente abitato dai proprietari, è però visitabile in una parte con una guida che ci ha accompagnato all'interno mostrandoci le cantine, le cucine, vari saloni, sala da pranzo e salottini.
Insomma, è stata proprio una bella giornata....e a testimoniarlo ci sono queste foto!!


















sabato 23 aprile 2011

DECO' PASQUALE...LAST MINUTE !



Qualche idea al volo per decorare la tavola di Pasqua!!




















             BUONA     PASQUA  !

venerdì 1 aprile 2011